L'amichevole cinefilo di quartiere

Captain Marvel


TRAMA: Anni Novanta. La Terra viene coinvolta in una guerra galattica fra due razze aliene. Carol Danvers, pilota dell’aeronautica degli Stati Uniti, indossa il costume di Captain Marvel e diventa uno dei supereroi più potenti del pianeta.

 

 

 

 

RECENSIONE:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

Annunci

Commenti su: "Captain Marvel" (9)

  1. LOL
    however, su yt recensori americani hanno dato al film molto spesso: C. E poi che lo scandalo era stato montato dalla disney per invogliare la gente a guardarlo; cosa ne pensate?

    • Penso che trasformare un popcorn movie in una specie di crociata sociale pro-femminista, con attacchi gratuiti alla fetta più grossa del suo target di pubblico, sia stato un autogoal degno del miglior Comunardo Niccolai.

      Ah, comunque sul blog sono solo io 😉

      • ah sooorry xD
        sui blog di cinema non capisco mai se sono collettivi o singoli

        ne ho parlato su un forum di forumcommunity e là alla fine hanno trovato come dichiarazioni solo quella dei giornalisti; dove trovi quella de: non è un film per bianchi ?

      • Quella è un’esagerazione comica per prendere in giro una dichiarazione che è comunque razzista.

        Se il quarantenne maschio che giudica “Nelle pieghe del tempo” fosse nero, asiatico o ispanico per lei andrebbe bene?

  2. Brie Larson è il classico esempio di quello che negli USA chiamano “white feminist”. Una donna ricca e privilegiata che si vuole fare portavoce della difficoltà di essere una donna oppressa, e se la contraddici o non l’apprezzi sei sessista gnegnegnegne.
    Le dive di Hollywood (bianche) ormai si sono fatte portavoce del femminismo 2.1 (21° secolo) perché hanno capito che cavalcare l’onda porta soldi, consensi e pubblicità. Intanto si diffonde un’idea di femminismo distorta, razzista e patetica, come in questo caso.
    Io, da donna, spero solo di riuscire un giorno a vedere dei film con protagoniste femminili che siano bianche o nere, forti o fragili, belle o brutte, madri o senza nessun istinto materno, potenti o sfigate… insomma, che abbiano semplicemente il diritto di esistere come esseri umani. Sta manfrina politica da “girl power” ha già scassato i maroni!

  3. The Butcher ha detto:

    Che casino. Certo che la Larson fatto dei commenti di cattivo gusto. Una vera femminista non dice queste cose, una femminista vuole che tra uomo e donna ci sia pari dignità. Non so come le sia venuto in mente di dire una cosa del genere (la prima foto con i commenti di Michael B Jordan e Bried Larson già fanno capire tutto).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: