L'amichevole cinefilo di quartiere


«Siete venuto a sedurmi o a stuprarmi?»
«Sono un gentiluomo».
«Allora a stuprarmi».

Raffinato gioco al massacro in una corte settecentesca inglese pregna di veleni, “La Favorita” è una pellicola che eleva il leccaculismo a strategia di sopravvivenza sociale darwiniana.

Ambizione, il tuo nome è femmina: una battaglia senza esclusione di colpi tra due dame per accaparrarsi la posizione sociale più privilegiata, sfruttando debolezze fisiche e caratteriali di una regina il cui potere è ormai meramente nominale.

La Voluntas regale che è quindi diroccato mausoleo, pallida imitazione di quanto realmente dovrebbe incarnare: di facile condizionamento ma proprio per questo terribile e mutevole come piacevole brezza primaverile che si tramuti improvvisamente in furiosa tempesta.

Bravissime le tre protagoniste: Olivia Colman leviatano decisionale in corpo rotto e mente assuefatta presta il fianco alle due arpie Rachel Weisz ed Emma Stone, le cui battute al vetriolo sono spade nelle mani di ben poco cavalleresche duellanti.

Un film meraviglioso.

Annunci

Commenti su: "Speakers’ Corner – La Favorita" (3)

  1. Sei contento del suo Oscar?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: