L'amichevole cinefilo di quartiere

Archivio per 29 gennaio 2019

Polar

Pur presentando una MAREA di ingenuità narrative e basandosi su una storia di non iperbolica originalità (criminale vecchio lupo grigio affronta ricambio generazionale forzato causa masnada di agguerriti sbarbatelli), “Polar” è un film Netflix che centra il bersaglio offrendo un intrattenimento basilare ma non fiacco.

Diretta da tale Jonas Åkerlund, ex batterista svedese (ok…) e regista di videoclip, la pellicola presenta una discreta amalgama tra decente introspezione psicologica dei personaggi, sequenze d’azione piuttosto brevi ma non disprezzabili ed un uso abbastanza compiaciuto della violenza visiva, la cui unione ha come risultato due ore interessanti e godibili.

Centro di gravità permanente del film è ovviamente Mads Mikkelsen, il cui sguardo torvo unito ad una postura da grizzly infiacchito renderebbero inquietante pure l’Albero Azzurro.
Ruolo secondario per l’ex “High School Musical” Vanessa Hudgens, che generando nello spettatore una sorpresa pari ad un’apparizione di Medjugorje pare quasi in grado di recitare.

Menzione speciale per le ambientazioni di Toronto, che forniscono a “Polar” quella temperatura affettivo-emotiva di -20° C azzeccata per la storia.

Consigliato.

Annunci

Tag Cloud