L'amichevole cinefilo di quartiere

Amiche di sangue


– purosangue: aggettivo e sostantivo maschile e femminile

Animale, spec. cavallo di razza pura (per la credenza, oggi ripudiata, che il sangue fosse l’elemento portatore dei caratteri ereditari).

TRAMA: Due adolescenti del Connecticut, amiche benché molto diverse fra loro, progettano di uccidere il dispotico patrigno di una delle due.
Non sapendo bene cosa fare, le due ragazze si rivolgono ad un coetaneo noto nella zona come spacciatore.

RECENSIONE:

Impostato inizialmente come un’opera teatrale con tanto di divisione in atti e rimodellato poi per il grande schermo, Amiche di sangue è un film piacevole ed interessante, con un cast in forma e scelte stilistiche azzeccate.

La pellicola, il cui titolo originale Thoroughbreds, ossia “purosangue”, è sicuramente più ispirato rispetto a quello nostrano, rimandando ad alcuni elementi della trama assumendo anche al contempo un discreto carico metaforico, mostra personaggi dai peculiari problemi psicologici che fondono le proprie anime per un comune obiettivo, senza però comprendere fino in fondo la natura dei propri deficit.

Un’opera in cui è più importante il “come” del “cosa”, il viaggio della destinazione, gli step del target e che grazie ad una coppia di protagoniste in gamba e ad una vicenda che spesso sfocia nel surreale, senza però perdere in crudezza, riesce a centrare il bersaglio offrendo un prodotto dal retrogusto indie ma accattivante quanto un dramma popolare.

Buona prova delle giovani Olivia Cooke e Anya Taylor-Joy, entrambe attrici in rampa di lancio che se continueranno in scelte di carriera oculate avranno sicuramente buone possibilità di un radioso avvenire.
Fredda e robotica la prima, la cui mancanza di emozioni rende il suo character un complicato puzzle con troppi pezzi mancanti, ambivalente la seconda, fuoco e determinazione nascosti dietro una patina di fumo e accondiscendenza.

Amiche di sangue è stato purtroppo anche l’ultimo film per il giovane Anton Yelchin, morto dopo sole due settimane la fine delle riprese.

Consigliato.

Annunci

Commenti su: "Amiche di sangue" (2)

  1. Mi è piaciuto abbastanza. Anya Taylor-Joy pare essere un talento cristallino – ed è anche bellissima, sarò abbastanza di parte -, mentre Olivia Cooke è alla sua migliore interpretazione della sua carriera, bravissima nel ritrarre nel suo personaggio la totale mancanza di emozioni!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: