L'amichevole cinefilo di quartiere

Hardcore!

hardcore locandinaL2 mira.
R2 spara.
L3 corsa.
X salto.
Quadrato ricarica.

Ah, niente joystick?

TRAMA: Dopo un gravissimo incidente, Henry viene salvato dagli esperimenti della moglie Estelle: la donna, infatti, è impegnata in ricerche scientifiche in grado di potenziare il corpo umano in maniera incredibile.
Henry dovrà usare i poteri fisici acquisiti proprio per salvare Estelle, rapita da un’organizzazione criminale che vuole impadronirsi delle sue conoscenze.

RECENSIONE: Per la regia di Ilya Naishuller, Hardcore! è un interessante esperimento di film girato interamente in soggettiva, grazie alla quale lo spettatore segue la vicenda direttamente dagli occhi del protagonista.

Bene, la frase precedente sintetizza l’unico elemento positivo della pellicola.

An image from HARDCORE HENRY Courtesy of STX Entertainment

Ok, chiariamoci: visivamente non è male. È vero, talvolta nelle sequenze più concitate si ha la sensazione che il campo visivo sia un po’ troppo stretto, per cui allo spettatore può venire naturale girare la testa (dimenticandosi quindi di essere comunque di fronte ad uno schermo), ma considerandola una pecca con cui è normale avere a che fare visto il peculiare taglio registico, ci si può anche abituare.

Ciò che manca ad Hardcore! è tutto il resto.

La sceneggiatura è piuttosto povera e confusionaria, anche per il genere action-movie: pochissimi personaggi, dotati inoltre di caratterizzazioni abbozzate, una trama che è più un canovaccio che una vera e propria vicenda e un generale senso di “che ce frega, basta che se spara” piuttosto fastidioso nonostante gli esigui 85 minuti di durata.

hardcore scena

I punti appena menzionati sono affossati ulteriormente dal mutismo del protagonista: un leading character che non parla costituisce infatti un boomerang, perché è vero che da un lato ciò aumenti il senso di immedesimazione sensoriale, ma allo stesso tempo castra terribilmente la possibilità di approfondire il personaggio introspettivamente.

Non esprime emozioni verbalmente, perché non parla.

Non esprime emozioni visivamente, perché essendo il film interamente dalla sua prospettiva lo spettatore non vede il suo volto.

hardcore-henry_e7hyqd

L’azione è concitata ma troppo ripetitiva: ricca quindi di quantità ma piuttosto avara di qualità, con ondate e ondate di tizi che scatenano un coinvolgimento emotivo paragonabile agli stormtroopers e che finiscono massacrati da Henry con espedienti sempre più frenetici e brutali.

In questo modo la violenza non assume valenza artistica né narrativa: non è Tarantino, non è John Woo, non è il primo Saw. Solo vagoni di tizi trucidati per il gusto di mostrarlo, lordando con finto sangue la faccia del protagonista e di conseguenza lo schermo.

hardcore violenza

Visivamente ci sono inoltre troppi rimandi a uno dei precedenti lavori del produttore kazako Timur Bekmambetov, ossia il godibile Wanted, e al sudafricano Neil Blomkamp, dai cui Elysium Humandroid è stato attinto a piene mani.

Persistente quindi la fastidiosa sensazione di déjà vu, che non permette alla pellicola di dimostrarsi qualcosa in più di quel giocattolone adrenalinico e fracassone che è.

hardcore_offici.f4f00091850.original

Pur avendo molte scusanti (in primis essere una relativamente piccola produzione, con un budget di 10 milioni finanziato in parte attraverso crowdfunding) e nonostante sia evidente la connotazione artigianale del prodotto, girato interamente mediante videocamere GoPro, Hardcore! è un’opera che stenta quindi a raggiungere la sufficienza.

Nel caso amiate questo genere cinematografico troverete ovviamente molti spunti di divertimento ed entusiasmo, ma a conti fatti le pecche superano in numero ed importanza i pregi: Hardcore! può essere perciò considerato come un curioso esperimento registico che pecca però di essere eccessivamente fine a se stesso, povero di solide basi narrative e di veri elementi di originalità.

Elementi che, se presenti, avrebbero potuto renderlo un piccolo gioiello.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: