L'amichevole cinefilo di quartiere

Archivio per 30 gennaio 2016

Serenate. Parole e opinioni in libertà – 4 trailer (e aridaje…)

Ovvero prossimamente sui vostri computer e cellulari (e aridaje…).

appropriate audience trailer

A distanza di circa un anno, apro una seconda parentesi sul mondo dei filmati promozionali legati a film di uscita più o meno prossima.

Come nell’articolo precedente, voglio prenderne in esame quattro tra quelli annunciati più di recente, esponendo brevemente le mie impressioni al riguardo.

Fantasia portami via, eh?

Bando alle ciance, cominciamo.

Batman v Superman: Dawn of Justice.

Data di uscita: 25 marzo 2016 nelle sale degli Stati Uniti e 24 marzo in Italia.

Ok, questo trailer ha principalmente quattro problemi (a parte essere il seguito di Man of Steel):

– Mostra veramente TROPPO della trama: il trailer dovrebbe anticipare solo gli elementi più generici del plot, facendo da leva per innescare l’attenzione degli spettatori verso un’opera in uscita.

Se l’80% del plot è condensato in tre minuti scarsi, l’unica leva è quella che spaccherei sulla testa a chi decide determinate linee promozionali.

– Troppa carne al fuoco: l’Uomo Pipistrello ed il figlio di Krypton sono eroi iconici che necessitano di enorme spazio narrativo; già riunirli è difficile, se vi si aggiungono Lex Luthor, Wonder Woman e altri riferimenti all’universo narrativo DC si rischia di dare troppo poco risalto ad ognuno di questi personaggi.

– Montaggio troppo frenetico, che sembra realizzato da un bambino di cinque anni mentre gioca con i pupazzetti (…e allora c’è Batman, poi BAAAM arriva Superman, poi SBOOOM, salta fuori Wonder Woman, poi CRAAAASH, Lex Luthor…).

– L’aborto in CGI che si vede al minuto 2:24 e che temo sia il povero Doomsday…

Per il resto poco altro da dire.

Grande attesa dal pubblico come ogni blockbusterone, ma le premesse avrebbero potuto essere decisamente migliori.

Independence Day: Resurgence

Data di uscita: 24 giugno 2016.

Lo dico subito così evitiamo giri di parole che servono solo a perdere tempo.

Io DETESTO Independence Day.

Credo sia una delle pellicole più stereotipate, esagerate, stupide e complessivamente inutili della recente storia cinematografica, appartenente ad un filone (quello dei disaster movies) già di per sé non propriamente intelligente e realizzato ancor peggio rispetto alla media del genere.

Potete immaginare quale gioia mi abbia pervaso quando ho saputo che ne avrebbero prodotto un seguito.

Sì, è ironico.

Per quanto riguarda il trailer nello specifico, pare che la storia sia decisamente la STESSA del 1996:

– Prendere un’invasione aliena da parte di esseri di gran lunga più avanzati tecnologicamente rispetto ai terresti.

– Aggiungere manipolo di stereotipi con le gambe che cerca di fermarli.

– Condire con esplosioni, retorica, dialoghi fintamente profondi e ammenicoli vari.

Wow…

The Legend of Tarzan.

Data di uscita: 1 luglio 2016 negli Stati Uniti e 14 luglio in Italia.

Se devo essere sincero sono molto più curioso dal prossimo Jungle Book di Jon Favreau che del nuovo adattamento del romanzo di Edgar Rice Burroughs.

Cast di notevole fama, ma pare che la trama narri eventi successivi a quelli classici già mostrati con in sottofondo Phil Collins.

Una cosa in particolare ha focalizzato la mia attenzione.

No, non Christoph Waltz ancora nei panni del cattivo.

No, non la CGI degli animali.

No, non Samuel L. Jackson stanco delle fottute scimmie nella fottuta giungla.

Jane Porter interpretata da MARGOT ROBBIE.

Una ragazza dolce, intraprendente, studiosa, amante dei disegni e con un frizzante e giovanile entusiasm…

margot robbie wolf

Interpretata dalla migliore finta pornostar tra le non pornostar.

Che pazienza.

X-Men: Apocalypse.

Data di uscita: 27 maggio 2016 negli Stati Uniti.

Paura.

La paura è un’emozione dominata dall’istinto che ha come obiettivo la sopravvivenza del soggetto ad una suffragata situazione di pericolo; irrompe ogni qualvolta si presenti un possibile cimento per la propria incolumità, e di solito accompagna ed è accompagnata da un’accelerazione del battito cardiaco e delle principali funzioni fisiologiche difensive.

La paura è ciò che io provo vedendo questo trailer.

Non perché faccia schifo.

Non perché Sophie Turner sia piuttosto monoespressiva.

Beh, anche.

Ma perché sono un fan di questo franchise cinematografico.

Ed essere fan di un franchise cinematografico Marvel vuol dire stringere il culo (perdonate il francesismo) ogni volta che esce un nuovo episodio di tale serie.

Perché la Marvel è come una scatola di cioccolatini in un cesto natalizio aziendale.

Non sai mai se è scaduta a ferragosto o no.

As usual, queste sono le mie opinioni personali sui quattro trailer.

Ovviamente i giudizi su pochi secondi di promo possono essere molto diversi da quelli maturati dopo la visione delle opere nella loro interezza; questa è semplicemente una chiacchiera su ciò che mi abbia colpito positivamente o meno riguardo ad essi, senza alcuna pretesa di preveggenza o profezia à la Nostradamus.

E voi? Che ne pensate?

Li andrete a vedere?

Li eviterete come la peste?

Se vi va lasciate un commento.

Annunci

Tag Cloud