L'amichevole cinefilo di quartiere

Jurassic World

Jurassic-World-Poster-MososauroSpirito di Ian Malcolm, salvaci tu.

TRAMA: Ventidue anni dopo gli eventi di Jurassic Park, Isla Nublar dispone di un parco a tema sui dinosauri completamente rifatto.
Per ravvivare maggiormente l’interesse del pubblico, i responsabili decidono di creare un dinosauro usando tecniche di ingegneria genetica; il nuovo rettile viene chiamato Indominus Rex

PREMESSA: Se non avete apprezzato il primo capitolo di questo franchise ed in particolare avete odiato il personaggio interpretato da Jeff Goldblum, probabilmente ciò che state per leggere non vi piacerà. Detto questo, passiamo alla

RECENSIONE: Avete un cane, che per comodità chiameremo Bobby.

Voi passate con Bobby dei momenti molto belli della vostra giovinezza, ma un brutto giorno il cane muore.

Ovviamente ciò vi rende tristi, ma in cuor vostro sapete che dovete superare questa cosa, e mantenere nel vostro animo i ricordi del tempo trascorso insieme.

Dopo anni il vostro vicino di casa pazzo prende una vanga, riesuma la bestia dal punto in cui l’avete seppellita ed inizia a dimenarvi sotto il naso il suo cadavere in putrefazione urlando: “Guarda, Bobby è vivo! Bobby è vivo!”

Jurassic World, signore e signori! Una pellicola che è un insulto alla mia infanzia.

jurassic-world logo

Ma andiamo con ordine.

Jurassic Park, uscito nel 1993, è stato in assoluto uno dei migliori blockbuster della storia del cinema, sia per la qualità del film in sé (ossia l’aspetto prettamente artistico) sia per gli enormi miglioramenti dati alla CGI attraverso un suo ottimo sfruttamento (cioè l’aspetto puramente tecnico-materiale).

Fu un grande successo di pubblico e critica non solo perché mostrava allo spettatore dei rettili giganti, quindi, ma perché li inseriva in un contesto di sceneggiatura, personaggi e ambientazione molto buono, che lo ha portato perciò ad essere un film molto apprezzato, iconico e arcinoto.

Basta guardare questa celeberrima sequenza per capirlo:

Qui invece cosa abbiamo?

jurassic world plesiosauro

Un mosasauro che si mangia uno squalo.

Attaccato ad una fune.

Come al Sea World di San Diego.

Non ho parole.

Voi… Voi avete visto quello che altri hanno fatto e di lì siete partiti, non è una pellicola nuova, quindi non vi assumente nessuna responsabilità… per quello. Siete saliti sulle spalle di altri per ottenere un risultato il più rapidamente possibile e una volta ottenuto questo risultato voi… voi lo avete brevettato, impacchettato, ficcato in una scatoletta di plastica e ora lo vendete, volete venderlo.

Questo non è un film, è una macchina per fare soldi. Nel nome del “qui non si bada a spese” avete costruito una brutta copia dell’opera originale sperando che il pubblico non se ne accorga.

Dio ci scampi! Siamo nelle mani del pubblico…

jurassic-world-crowd-600x298

Jurassic World basa la sua esistenza unicamente su di un disperato ed infantile tentativo di spremere una volta ancora la gallina dalle uova d’oro, nonché ovviamente sull’attirare il pubblico con i dinosauri, esseri ontologicamente di grande attrattiva.

Sì, insomma, non esistono dinosauri sfigati.

bulbasaur

Quello non conta.

Sintetizzando il concetto, Dio crea i dinosauri, Dio distrugge i dinosauri, Dio crea l’uomo, l’uomo distrugge Dio, l’uomo crea il film cult sui dinosauri seguito da tre episodi meno che mediocri.

Questa pellicola è plastica come il parco di divertimenti in cui le sue vicende si svolgono, non avendo la benché minima anima e puntando esclusivamente sull’effetto nostalgia.
Come ho già scritto QUI, a me piace molto quando in un film noto riferimenti ad altre opere. Il problema è che se in una pellicola scadente vengono inserite citazioni ad un film nettamente migliore, io spettatore mi sento preso in giro.

Questa è la teoria del ca…volo metti rimandi a Jurassic Park se ‘sta roba non gli lustra manco le scarpe.

Jurassic-World-Gyrosphere-Ride-Ty-Simpkins-Nick-Robinson

La sceneggiatura la potete trovare nel vocabolario Treccani alla voce “raffazzonato”, dato che dimostra in più frangenti di essere stata poveramente scritta e costituita quasi esclusivamente sul passare da una scena d’attacco dei dinosauri all’altra.

Per cui vai con gli evergreen: scene senza senso, scene stupide, scene senza fondamento e campate per aria, scene inutili e via così. Sommandole tutte si ha quasi l’impressione che Jurassic World sia un costoso B movie che vuole prendersi troppo sul serio fallendo miseramente.

La mancanza di umiltà di fronte alla cinematografia che si dimostra qui… mi sconvolge. Chi ha realizzato questo film non vede la scarsa qualità che è insita in quello che fa? La potenza narrativa è la forza più dirompente che esista e qui se ne servono come un… un bambino che gioca con la carta di credito del padre.

Chi ha scritto questo film, King Kong? Jurassic Park aveva già un inizio con i controcazzi.

Come protagonista abbiamo Chris Pratt, già leading character di una delle pellicole più stupide dell’anno scorso e che qui veste i panni di un Indiana Jones/Robert Muldoon wannabe.

Personaggio stereotipato in una maniera talmente evidente da risultare ridicola, incarna il classico ragazzone tosto ed eroico (sembra più creato in laboratorio lui dei rettili) che salva la giornata ed è sempre convinto di cosa fare e quando farlo.

Sentite, è previsto che si vedano degli esseri umani credibili in un parco gestito da esseri umani? Pronto? Oh?… eh?

jurassic-world-still-with-chris-pratt-and-bryce-dallas-howard

Se tanto mi dà tanto, solitamente tipi del genere sono al centro di sequenze narrative idiote, che vengono inserite allo scopo di far capire la “badassaggine” del personaggio fregandose di scadere nell’assurdo o nell’involontariamente ridicolo.

Scene presenti sovente e che…

jurassic-world-2

Quanto mi secca avere sempre ragione…

Accanto a Jurassic Dundee c’è Bryce Dallas Howard, figlia del celebre regista Ron e che ricordiamo essere stata chiamata così perché concepita nella città texana.

Un po’ come se dopo un’intensa notte di passione nel parcheggio di un autogrill chiamaste i vostri gemelli Roncobilaccio e Firenzesigna.

Devo dire che il suo ruolo mi lascia abbastanza perplesso: perché hanno inserito un personaggio inutile interpretato da una giovane donna rossa e molto sexy?

bryce-dallas-howard-jurassic-world

Ah, già: perché è una giovane donna rossa e molto sexy.

Va beh, su Sansa, qua, poco da dire: character assai poco memorabile e ancor meno credibile, oltre ad essere un esagerato stereotipo (in questo film? Strano!) della donna workaholic non serve a granché.

Ho già utilizzato in questo blog sia la gag delle tette che quella sulla bella donna come unico punto di forza in una pellicola squallida, preferirei non ripetermi.

In generale, non una clever girl.

Cosa c’è di peggio?

No, no, no non ditemel…

JURASSIC-WORLD-8

Ah. Già.

ENNESIMA scopiazzatura dal capitolo primigeno, se là i ragazzini erano in fondo pure simpatici e servivano ad accrescere l’istinto protettivo del pubblico ed aumentare la tensione complessiva dell’opera (mi riferisco nello specifico alla scena della jeep e del T-Rex + quella dei Raptor in cucina), qui i due marmocchi sono personaggi inconcludenti e francamente irritanti, che a parte far rimpiangere l’hacker e l’accanito lettore dei libri del dottor Grant servono a poco o nulla.

Chiudo qui perché questa recensione mi ha veramente drenato.

Dottor Malcolm, un giudizio complessivo sul film per riassumere in poche parole quanto detto?

La ringrazio.

Così preoccupati di poterlo fare che non hanno pensato se lo dovevano fare.

Annunci

Commenti su: "Jurassic World" (39)

  1. Mi è scoppiato un polmone sul vicino pazzo che riesuma Bobby. Mi devi un polmone.
    Comunque io, davvero, mi domando dove trovi il coraggio di andare a vedere certi film. San Andrea, Jurassic World… però è bello vedere che ti sacrifichi per la causa di evitarmi brutti traumi.

  2. ….no no ti prego…
    “l’uomo che sussurra ai Raptor” nooooooo
    😮 😮 😮

  3. No vabbe ‘ ma te li cerchi… ma perché guardi ‘sti filmmmmmmmm??? 😮😮
    A me hanno chiesto: “vieni a vedere jurassic word?” Io: “noooooo” così si fa…

  4. The Butcher ha detto:

    Questo film non l’ho visto e non penso che lo vedrò (almeno per il momento). Già quando uscì il trailer ci rimasi deluso e un po’ arrabbiato. Come potevano pensare che una cosa del genere potesse piacere? Come?
    Un giorno o l’altro lo vedrò e se dovessi considerarlo una ciofeca vera e propria, farò finta che non sia mai esistito.
    Comunque per un cosa sono in disaccordo con te, I Guardiani della Galassia non era stupido, anzi è stata una piccola sorpresa. Ovviamente questa è una mia opinione, non voglio imporre niente. Buona serata!

  5. Bella recensione. Complimenti. 🙂

  6. Arrivo qua consigliato da Tiols. Mi pento di essere arrivato solo ora.
    Mi sa che vado a guardare questo film solo per gettargli sopra una montagna di merda.

  7. Ho appena pubblicato una recensione dove sviolino tra litri di miele quanto questo film mi sia piaciuto. E niente, leggere questa mi ha un po’ fatto sbattere il fondoschiena per terra. È bello, però, vedere come gli esseri umani possono avere opinioni così differenti riguardo la medesima cosa!

    • Sì, ho letto la tua recensione XD

      Qua risiede il grande mistero dei gusti degli esseri umani 😉 l’importante è argomentare le proprie opinioni e spiegare perché una cosa piaccia o meno, in modo da far capire a chi legga il proprio punto di vista.

      Ho letto molte recensioni positive di pellicole che non ho apprezzato e viceversa, e sarà sempre così 🙂

  8. Ho visto sull’internet che hanno addirittura osato usare le vecchie registrazioni di John Hammond. Questo è un altra cosa da aggiungere alla lista del copia e incolla.
    Intanto mi sto riguardando il primo Jurassic Park ed ho la pelle d’oca fissa. Da quanto non lo rivedevo (anche se praticamente l’ho imparato a memoria da bambino).

  9. Ok, mi preparo a venir ricoperta di improperi, ma a me è piaciuto…sigh 😦 mi son divertita un sacco tra tutti i riferimenti al vecchio film.
    Però la tua recensione mi ha fatto ribaltare dalla sedia dalle risate in certi punti XD Povero Bobby…

    • So di diverse persone a cui è piaciuto; per quanto riguarda i riferimenti, pur avendoli colti mi è venuto da pensare “Ma non avrei potuto riguardarmi quello di Spielberg invece di ‘sta roba?!”.

      Come ho già detto più e più volte, i gusti sono gusti; l’importante è cercare di argomentare ciò che si pensa in modo che chi legga possa capire le motivazioni alla base del parere.

      Delusa che non ti abbia ricoperta di improperi? 😉

      • No, dai, la cosa degli improperi l’ho detta per scherzo…se non mi hai bannata a vita dal blog quando ho detto che mi piace Jar Jar… 😛
        In realtà io continuo a imbattermi in persone che dicono peste e corna di questo film e sinceramente la cosa mi ha un po’ stupita.
        Io ho amato tantissimo il primo e, certo, aveva una componente di originalità sia in termini di storia che di effetti che non è più possibile replicare. Nel suo genere, ha segnato una piccola tappa nella storia del cinema. E sì, c’era Ian Malcom e tutta l’elucubrazione sull’uomo che gioca a fare dio etc etc.
        Però.
        Al di là delle ovvie motivazioni commerciali dell’operazione – che tanto quelle ci son quasi ovunque – c’è una coerenza di fondo che secondo me viene sottovalutata.
        Il parco di questo secondo film è esattamente quello che Hammond aveva in mente. Io me lo vedo, di fronte a questo nuovo parco, con gli occhi che brillano di sconclusionata esaltazione come un bambino troppo cresciuto che abbia per le mani un giocattolo impossibile. Hammond era davvero un bambino. Entusiasta, egoista e totalmente inconsapevole delle implicazioni morali dei suoi gesti come solo i bambini possono essere.
        A questo si unisce il fatto che il suo giocattolone era anche una macchina da soldi il che rende tutto sommato plausibile che qualcuno abbia voluto portarlo avanti comunque, ignorando tutto quello che era successo. E non avrebbero potuto realizzarlo se non così. Esagerato e tamarro. Perché tutto il presupposto è esagerato e tamarro. E’ uno sputo in faccia al buon senso. E’ arroganza pura.
        Poi la trama ok, niente di che, però secondo me già solo il fatto di aver realizzato il parco vale tutto il film.
        Bon, ho fatto un poema. Torno nella mia scatola 🙂

      • Ah ah tranquilla 🙂

        Sì, mi rendo conto che possa essere visto come il coronamento del sogno che ebbe a suo tempo il vecchio miliardario filantropo, il problema è che nonostante questa cornice possa essere buona (e aggiungendo l’effetto “wow” legato ai rettili) non ho visto personalmente nella pellicola una struttura solida che potesse sostenere questa intenzione.

        Penso che in generale i remake o seguiti dopo decenni possano essere visti sia come scopiazzate/commercialate sia come tentativi di infondere nuova linfa o nuova storia all’idea originaria.

        Dipende da come la si veda e da come siano realizzati i film recenti 🙂

      • Ah, ovviamente che ti piaccia Jar Jar è imperdonabile 😉

  10. Pure a me è piaciuto, ad una condizione, cancellare ogni cosa riguardante Jurassic Park e chiamarlo AnimaliGrossiLand. Secondo me come MonsterMovie è interessante e può piacere, ma non ho sopportato l’aggrapparsi ad una saga che con wuesto film centra ben poco.
    Ma sono l’unico che pensa che abbiano stuprato il concetto di dinosauro? Perché i velociraptor sono dei cani?

  11. Parlando di “Bobby” in Frankenweenie accade ciò che tu hai descritto 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: