L'amichevole cinefilo di quartiere

Ovvero, uno dei più grandi atti d’amore nei confronti del cinema anni ’80.

kung fury logo

Capita talvolta che trash e genio abbiano una linea di demarcazione molto sottile, che li rende perciò difficili da distinguere.

Come il leopardo e il giaguaro.

Il fucsia e il magenta.

La birra al limone e l’acqua del cesso.

Capita talvolta anche che da quella tetra accozzaglia di porno, gatti e meme comunemente chiamata “internet” fuoriesca qualcosa di passabile, se non addirittura buono.

È questo il caso di Kung Fury, cortometraggio scritto, diretto e interpretato da David Sandberg, presentato al Festival di Cannes e pubblicato su YouTube il 28 maggio scorso.

kung fury

Finanziato grazie a Kickstarter, famoso sito di crowdfunding, Kung Fury riassume, nei suoi trenta minuti circa, l’intero cinema action degli anni ’80.

Scene, battute ed effetti visivi tipici delle pellicole prodotte in quel decennio vengono infatti inseriti condendoli con esagerazioni iperboliche, violenza talmente estrema da essere quasi cartoonesca, nonsense e un’enorme dose di citazionismo; se siete amanti, come il sottoscritto, di riferimenti ad altre opere all’interno dei film, Kung Fury vi offrirà una miniera di citazioni, che renderanno ancora più divertente la sua già esilarante visione.

kung-fury-time-travel

Per quanto riguarda l’idea alla base dell’opera (omaggiare un determinato genere narrativo o temporale), essa è già stata utilizzata, con alcune varianti, in altri casi.

Un primo esempio è Last Action Hero – L’ultimo grande eroe, film azione-commedia del 1993.

Questa pellicola ruota attorno alle vicende di un ragazzino che, grazie ad un biglietto del cinema magico, si ritrova fisicamente all’interno di un film con protagonista il suo eroe preferito, il detective Jack Slater interpretato da Arnold Schwarzenegger.

La comicità della pellicola fa perno soprattutto sugli ostentati e volutamente esagerati cliché del cinema action-poliziesco, e sui vani tentativi da parte del giovane di far capire a Slater che il suo mondo è in realtà un film.

Last-Action-Hero-Full-Movie-HD-Free-Download

Un secondo esempio è l’intro di Treehouse of Horror XXIV, episodio della serie televisiva I Simpson.

Ideata dal regista e sceneggiatore Guillermo del Toro, essa unisce la classica sequenza di apertura del celebre cartone animato di Matt Groening con una quantità enorme di riferimenti all’horror di ogni epoca, con elementi provenienti da ogni mezzo narrativo (film, serie tv, libri).

Il risultato, ça va sans dire, è veramente ottimo.

Tornando a Kung Fury, preferisco rimanere piuttosto sul vago sia nella descrizione del corto in sé sia nel proporvi immagini di esso, perché uno dei suoi aspetti più comici risiede sicuramente nel rimanere spiazzati da dove la trama vada a parare e quale sia l’invenzione narrativa di turno, dato che le scene si succedono l’una all’altra con sempre minor senso logico e serietà.

Come direbbe lo spot di Aiazzone, provare per credere.

Io l’ho apprezzato moltissimo, ditemi poi che ne pensate 😉

Annunci

Commenti su: "Serenate. Parole e opinioni in libertà – Kung Fury" (10)

  1. The Butcher ha detto:

    Io sono rimasto piacevolmente colpito da Kung Fury. Un elogio enorme agli anni ’80 e un capolavoro del genere trash. Mi sono molto divertito a fare un articolo a riguardo.

    Invece l’intro di Treehouse of horror XXIV è favoloso! Del Toro sa sempre come sorprenderci.

  2. Non conoscevo l’esistenza di questo film… potrei dargli un’occhiata 🙂 grazie per la dritta.
    P.s. l’ho bevuta stasera la birra al limone! 😂😂😂

  3. Me ne aveva già accennato il mio coinquilino, ma dopo la tua frase “La birra al limone e l’acqua del cesso” penso che prima di vederlo debba smettere di ridere, che tra le lacrime non riesco a premere play.

    • Come dice il famoso proverbio (no, non è vero, me lo sono inventato ora): “Diffida di coloro i quali bevono bevande che dovrebbero appartenere alla cloaca”. 😉

      • Bello “cloaca”! Da quanto non la sentivo questa parola.
        No, aspetta. Sarà poco più di un mese. Il problema è che l’ho sentita con il palato.
        “Try this beer! It’s new!”
        😐
        Vai a fidarti di una ragazza che ti consiglia una birra…

      • Consigliate da altre persone credo di aver bevuto le peggiori brodaglie della mia vita XD

      • Di recente mi è stato offerto uno shot di una sostanza fosforescente. Io accetto come sempre la sfida.
        Era un liquore al sapore di cetriolino sottaceto. In quei casi trovi confortante una birra al sapore di sciacquone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: