L'amichevole cinefilo di quartiere

bayOvvero ATTENZIONE: questo articolo può contenere esplosioni a caso, donne mezze nude senza motivo e un regista con una spaventosa regressione infantile.

Ci sono essenzialmente due tipi di giudizio su Michael “TNT” Bay e il suo cinema:

-da un lato i cinefili che con parole e modi diversi esprimono lo stesso concetto: “I suoi film magari non sono molto profondi ma lui come regista è bravo”;

-dall’altro i promotori del “I suoi film sono delle cazzate iperboliche e lui è un cane”.

Io faccio parte del SECONDO gruppo.

Strano, eh?

Le pellicole che dirige sono considerate di disimpegno? Non è una scusante per partorire opere basate su due ore abbondanti di esplosioni con sceneggiature probabilmente scritte su un post-it.

Nello spazio lasciato libero dalla lista della spesa.

Capisco che sfruttare l’amore atavico delle persone per il caos non sia una cosa di per sé disprezzabile, ma la mania di questo regista per la distruzione è qualcosa di imbarazzante, e in OGNI suo film vengono rasi al suolo edifici, strade e ogni elemento urbano possibile ed immaginabile, con un ipotetico salasso per la società di miliardi e miliardi di dollari.

Cioè più o meno lo stesso costo di realizzazione dei film stessi.

michael_bay___explosions__by_cwpetesch-d5e8khx

No, le esplosioni NON contano come sceneggiatura.

Penso quindi che gli obiettivi di questo regista (oddio, parolone) siano sostanzialmente tre:

  • Attentare alle trombe di Eustachio degli astanti a causa di effetti sonori paragonabili al decollo di uno stormo di 747;
  • Contribuire alla regressione infantile degli spettatori, che ritornano così al magico e ignorante mondo dell’infanzia, quando con un robottone in una mano e un mostro nell’altra si sbattevano le appendici prensili l’una contro l’altra facendo versi con la bocca;
  • Distruggere il cinema dall’interno.

Ah, una doverosa precisazione: quando parlo di “pubblico” o “spettatori” mi riferisco ovviamente ai maschietti, perché il sesso a doppia X in questi film non è contemplato.

O meglio, sì, nei film del buon Michael sono presenti diverse pulzelle, ma piagate dallo stereotipo della gnoccona un po’ zoccola, la cui unica raison d’être spesso è creare delle liaisons con il protagonista di turno non tanto dangereuses quanto improbabili.

Ah, e ovviamente servono anche ad aumentare salivazione e dilatazione pupillare maschili.

Ho detto “PUPILLARE”.

Non fraintendetemi, anch’io penso che la scena di Transformers 2 con Megan Fox sdraiata sulla moto sia memorabile nella storia del cinema quanto le coltellate nella doccia di Psyco, però con tutto il dovuto rispetto non credo essa sia una motivazione sufficiente a farmi spendere dei soldi al cinema.

Ragionando sinceramente, però, se ci sono delle sue pellicole che non mi sentirei di criticare troppo sono i due Bad Boys.

badboys3-front

Ok, sono assurdi e tremendamente sopra le righe, ma anche molto divertenti; la coppia Smith-Lawrence funziona, e alla fine, riconoscendoli per le asinate quali sono, risultano due opere piuttosto godibili.

In più il principe di Bel Air non aveva ancora iniziato a promuovere il suo monoespressivo figlio, per cui guadagna punti.

QUESTI film sì.

ALTRI film no.

Passando infatti a tasti ben più dolenti, Bay con il suo tocco sopraffino ha contribuito a rovinare (“sminchiare” forse è il termine più appropriato) un episodio di fondamentale importanza della storia del Novecento.

Mi riferisco ovviamente all’attacco dei giapponesi agli americani a Pearl Harbor da lui reso con il film omonimo, dove per “film” intendo un’atroce mattonata di tre ore con una spumeggiante coppia Affleck-Hartnett, che al confronto rende elettrizzante anche la finale della Coppa del mondo di Pong.

"Io sarò il prossimo Batman?!"

“Io sarò il prossimo Batman?!”

The Rock The Island nonostante i rispettivi cast sono film purtroppo mediocri.

No, ripensandoci più che mediocri fanno schifo.

Nel primo Sean Connery e Ed Harris non riescono a compensare la scarsa qualità del film e la deleteria presenza di Nicolas Cage (non ridere, prima o poi un articolo su di te lo scrivo); nel secondo Ewan McGregor, Scarlett “facciamo vedere il culo” Johansson e Sean Bean (ma non era morto?) non salvano un’opera con premesse che sfiorano il ridicolo e che portano la pellicola a incartarsi parecchio su se stessa.

Passando al peggio del peggio, Armageddon – Giudizio finale se la gioca in stupidità con il film del degno compare Emmerich in cui Will Smith e Jeff Goldblum combattono gli alieni.

I tre Transformers sono, in una parola, indifendibili.

Tornare a fare videoclip musicali no?

No, perché a breve uscirà Transformers 4. 

Vabbè, ricordiamoci dei bei tempi andati.

Megan Fox Transformers 2 Motorcycle

Annunci

Commenti su: "Serenate. Parole e opinioni in libertà – Michael Bay" (4)

  1. Mi trovi in totale disaccordo stavolta…
    Per Bay vale lo stesso discorso che feci qui (http://lapinsu.wordpress.com/2014/02/04/attacco-al-potere-vs-sotto-assedio/) per Emmerich:

    “più fa il fracassone, più fa l’americanata, più fa il gigione, e PIU’ IO LO AMO!!!!!! Non cerca mai di darsi un tono, non si prende mai sul serio ed è sempre sincero con lo spettatore: “Stiamo cazzeggiando ed io ti sto raccontando una marea di puttanate, ma tu non devi credermi: devi solo divertirti!“”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: