L'amichevole cinefilo di quartiere

I mercenari 2

i-mercenari-2-poster-italiano-01_midBoooooommm!

TRAMA: Il gruppo dei Mercenari torna in azione, su richiesta di Mr. Church, per un lavoro apparentemente facile e veloce con due nuovi membri. Le cose però si mettono male: dovranno combattere in territorio ostile, dove tutto e tutti sono contro loro.
In loro soccorso arriveranno vecchi amici.

RECENSIONE: Sequel de I mercenari (2010), a differenza del quale Stallone si limita alla sceneggiatura e alla recitazione, lasciando la regia a Simon West (suoi i mirabolanti Con Air (1997) con Nicolas Cage galeotto e Tomb Raider (2001) con Angelina Jolie salterina).

I mercenari 2 è un film iper-muscolare ed esageratissimo in tutto, con una regia pressoché inesistente che si limita a ripetere diverse scene quasi uguali tra loro, caratterizzate da migliaia di proiettili vaganti, nemici maciullati ed esplosioni assortite.
Come un naturalista potrebbe riprendere il rituale d’accoppiamento del tricheco, così West, uno che dovrebbe andare a scavare in miniera, cattura con il suo obiettivo Stallone, Schwarzenegger, Statham o altri pensionati del cinema d’azione anni ’80 mentre si spostano da un luogo all’altro con la discrezione di una manica di unni.
Il montaggio accentua il più possibile tutto questo, con dovizia di nemici crivellati in primo piano o di campi stretti sui protagonisti, che spolverati i loro vecchi fucili (nel senso di armi) si divertono come bimbi a Gardaland.

La sceneggiatura (frutto dell’immane sforzo creativo di raffinato stile proustiano di Stallone) si poggia anch’essa interamente sulle sparatorie e sugli scontri, senza avere un qualsiasi percorso logico e risultando alla fine dei conti un semplice e lungo inseguimento; la “recitazione” è basata su sguardi bovini da duro e sui duetti incazzosi tra i vari personaggi (divertenti soprattutto quelli tra Stallone e Statham).

Il grande, e direi anche “unico”, pregio di questo film è che nonostante qualitativamente sia un obbrobrio fa molto ridere (volontariamente o no), e questo porta ad un’esagerazione che sta perfettamente nel suo contesto: i dialoghi talmente sopra le righe da essere surreali e testosteronici senza limite, le punzecchiature tra i vari personaggi, la loro estremizzazione dal punto di vista caratteriale e (soprattutto) i continui riferimenti a film recitati dagli attori presenti (Rambo, Die Hard, Terminator) contribuiscono a non prendere giustamente questo film sul serio, rendendolo simpatico e anche godibile.
Un esempio? Van Damme interpreta il cattivo Vilain, nome che in gergo cinematografico significa “il cattivo”.

Data di nascita degli attori principali: Stallone 1946, Statham 1967, Van Damme 1960, Lundgren 1957, Schwarzenegger 1947, Willis 1955, Norris 1940.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: